Contattaci

Se hai segnalazioni o curiosità inerenti a Catania, scrivici all'indirizzo: info@urbanfile.org

domenica 7 ottobre 2012

Viale Alcide de Gasperi, dai pini marittimi alla striscia nera di asfalto

C'era una volta piazza Europa, recitava un provocatorio striscione affisso sulla recinzione del cantiere abbandonato del parcheggio multipiano ipogeo. Adesso lo striscione non c'è più e dopo anni di immobilismo i lavori sono ripresi e, se tutto va bene, nella prossima primavera, piazza Europa sarà restituita nella sua interezza alla fruizione dei cittadini, dotata in più di una nuova infrastruttura.

Ma se per piazza Europa la nuova alba è all'orizzonte (ammesso che anche le altre aree della piazza vengano riqualificate), per il vicinissimo viale Alcide de Gasperi, che dalla piazza comincia il suo percorso in direzione Ognina, è notte fonda. Letteralmente: basta passare da qui dopo il tramonto per rendersene conto. Il tratto di strada compreso tra piazza Europa e via San Giovanni Li Cuti è al buio, avvolto dalle tenebre, privo di una significativa illuminazione pubblica che eppure, una volta, c'era.

Ma andiamo con ordine. Il tratto di strada in questione, negli scorsi anni, è stato interessato da lavori per la realizzazione del sottostante raddoppio ferroviario, importante opera per la mobilità metropolitana e regionale. Lavori che in quest'area si sono conclusi e che hanno comportato, tra le altre cose, la rimozione della ricca alberatura di pini marittimi presenti, i quali non potranno più essere ricollocati perché adesso, lì sotto, c'è il solaio del tunnel ferroviario. Tuttavia non è certo la colata nera di asfalto ad essere l'unica alternativa. Un arredo a verde, con aiuole, cespugli, percorsi ciclo-pedonali e anche alberi di piccola-media grandezza è certamente possibile ed è, anzi, auspicabile. Oggi, questa strada, si presenta in una veste davvero squallida ed ha perso ogni attrattiva per gli avventori, nonostante la zona sia "di pregio", tra il Corso Italia e il Lungomare di Viale Ruggero di Lauria.

L'attuale tratto di v.le Alcide de Gasperi compreso tra piazza Europa e via Zoccolanti


Come se non bastasse, dopo la chiusura del cantiere, non si è neanche pensato di realizzare un marciapiede decente lungo il lato ovest della strada, che si presenta senza appositi spazi per i pedoni e in modo quanto mai disordinato, addirittura con blocchi di cemento a delimitare un perimetro inopinatamente lasciato irregolare.

Così si presenta il margine della carreggiata ovest


Nell'attesa (perenne?!) che tutto il viale Alcide de Gasperi, nella sua interezza, diventi la nuova arteria di scorrimento cittadino in alternativa al lungomare da destinare prevalentemente a pedoni, ciclisti e mezzi pubblici, per quanto altro tempo ancora questo pur importante tratto di strada dovrà rimanere in queste deprecabili condizioni?


2 commenti:

Archeo ha detto...

Importante segnalazione. Lì inoltre esistevano alcuni locali che hanno chiuso per fallimento proprio a causa dei continui lavori in corso.

Andrea Tartaglia ha detto...

Idealmente, lavori di riqualificazione e arredo urbano in questo tratto di strada andrebbero effettuati in previsione del futuro assetto di tutta l'arteria.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...